Nicola Gandolfi si candida al premio del volontario Focsiv 2016

Nicola Gandolfi si candida al premio del volontario Focsiv 2016

Tsiryparma ha deciso di presentare nuovamente il volontario Nicola Gandolfi al concorso

Nicola Gandolfi con l'equipe in foresta

Nicola Gandolfi con l’equipe in foresta

organizzato dalla Focsiv per premiare il volontario dell’anno 2016. Gia nel 2014 Nicola era stato candidato arrivando terzo nelle selezioni. Quest’anno il tema del premio è legato all’ambiente e alla protezione del creato in connessione all’enciclica di papa Francesco.

L’8xmille alla Chiesa cattolica promuove, incoraggia e premia il volontariato internazionale, con un contributo di 20.000,00 (ventimila) Euro a sostegno dell’intervento in cui opera il volontario vincitore.

Incitiamo ed incoraggiamo tutti i nostri amici e sostenitori a guardare e a votare il video di nicola che troverete al link (http://premiodelvolontariato.focsiv.it).

Nicola fa la sua prima esperienza di volontariato internazionale nel 2000-2002 con l’ONG di Reggio RTM. Qui lavora a contatto con gli artigiani del legno di palissandro e viene a conoscere delle realtà legate all’ambiente forestale malgascio. Tornato in Italia opera per alcuni mesi con Legambiente, ma poi spinto dalla voglia di fare qualche cosa in favore delle foreste del Madagascar e delle popolazioni locali si iscrive all’Università di Scienze Forestali ed Ambientali di Ancona. Nel

Nicola nel vivaio in foresta

Nicola nel vivaio in foresta

2005 torna in Madagascar per raccogliere dati per la sua tesi di laurea sul tema dell’ecologia del palissandro del Madagascar e si laurea l’anno dopo, mentre nel frattempo, sempre accompagnato dall’ONG RTM, trova i finanziamenti per avviare un piccolo progetto per la sensibilizzazione alla popolazione locale e realizzazione dei primi vivai di piante autoctone di foresta. Dal 2006 le attività sono andate in crescendo fino ad oggi sui temi della gestione forestale sostenibile, i rimboschimenti, il coinvolgimento della popolazione locale, le attività agricole generatrici di reddito (caffè arabica, pepe selvatico e dighe per l’irrigazione), le opere sociali (scuole e pozzi). Nel 2010 Nicola si sposa con Nirina e nel 2011 e 2013 nascono i figli Manu ed Erica. Nel 2011, l’ONG RTM non può più continuare le attività sul tema ambientale e Nicola insieme ad alcuni amici di Parma fonda l’ONLUS Tsiryparma per dare continuità al tutto. Nel 2013 viene firmato il contratto Fidei Domus tra la Diocesi di Reggio Emilia e quella di Ambositra il cui vescovo chiede che Nicola venga inviato per seguire un progetto di ristrutturazione e gestione di 3 asili cattolici dislocati ai bordi della foresta.

Nirina ed i bimbi di Nicola

Nirina ed i bimbi di Nicola

Oggi Nicola vive e opera in Madagascar insieme alla sua famiglia facendo ritorno in Italia circa ogni 2 anni, quando torna per salutare i suoi parenti, amici ed impegnarsi a promuovere le attività che sta portando avanti appoggiato da Tsiryparma.