Il vivaio di Vohidahy

Il vivaio di Vohidahy è stato installato all’inizio del 2008 con l’obbiettivo di moltiplicare principalmente piante autoctone di foresta tra cui su tutte Dalbergia monticola (palissandro), una specie di foresta particolarmente utilizzata dalla popolazione locale e il cui legno è commercializzato nella vicina cittadina di Ambositra e nella Capitale. Oltre alla moltiplicazione di piante autoctone il vivaio ha come obbiettivo la produzione di piante da frutto per permettere alla popolazione locale di beneficiare di prodotti (frutta) a breve termine.

Dal 2009 sono stati raccolti e piantati in vivaio tantissimi altri semi di specie autoctone di foresta a scopo principalmente sperimentale.

La raccolta dei semi di piante di foresta viene effettuata da 2 raccoglitori che durante tutto l’anno monitorano le piante e ne osservano la fenologia. Al momento della maturazione dei sei, questi vengono raccolti e portati al vivaista del vivaio. Vi sono semi che richiedono interventi di scarificazione, altri devono essere lasciati in acqua per alcuni giorni prima di essere seminati nel germinatoio. Questo solitamente è composto principalmente da sabbia fine mischiata a un po di compost. I tempi di germinazione variano notevolmente da specie a specie. Ad esempio i semi di palissandro germinano nell’arco di 7-10 giorni mentre semi più grossi come quelli di Varonghy (Ocotea sp.) o Jabo (Mammea sp.) germinano in un arco di tempo che va da 3 mesi fino ad un anno dalla semina. Una volta germinati i piccoli germogli vanno trapiantati nei sacchetti di plastica neri che contengono una composizione di sabbia-terra-compost variabile in base al tipo di pianta. La permanenza delle piantine in vivaio varia da 1 a 2 anni in base ai tempi di accrescimento della specie.

Attualmente il vivaio è gestito da un’unico vivaista. Ogni tanto ci si serve di manodopera giornaliera per velocizzare le operazioni di riempimento dei sacchetti.  Uno dei 3 tecnici del progetto appoggia e supervisiona il vivaio durante le sue missioni a Vohidahy. Nel 2010 è stato scavato un pozzo vicino al vivaio per permetterne l’irrigazione.

Queste le quantità di piante prodotte (piante autoctone e piante da frutto) nei vari anni fino al 2013:

Anno Numero
2008 827 piante autoctone – 1.512 piante da frutto
2009 6.760 piante autoctone – 2.137 piante da frutto
2010 4836 piante autoctone – 734 piante da frutto
2011 2.931 piante di foresta e piante da frutto
2012 706 piante autoctone
2013 2.390 piante autoctone, piante ad accrescimento rapido e piante da frutto

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close